Norme Scale Trabattelli

UNI EN 131-7:
NORMA EUROPEA PER SCALE MOVIBILI CON PIATTAFORMA.

Norme

TESTO ESTRATTO DAL DOCUMENTO UFFICIALE UNI DELLA NORMA EUROPEA EDIZIONE LUGLIO 2013.

La norma definisce i termini e specifica le caratteristiche generali di progettazione delle scale movibili con piattaforma.
Si applica alle scale movibili con una piattaforma di lavoro, con un'area massima di 1 m2 e un'altezza massima di 5 m, utilizzabili da parte di una persona alla volta. Il carico massimo è di 150 Kg che comprende un carico massimo combinato: utilizzatore, utensili, attrezzature e materiali.

A .
Esatto dimensionamento di ogni parte con la massima attenzione dell'area lavoro totalmente protetta.

Norme

B .
Parametri definiti per stabilire inclinazione, gradino e passo.

Norme

C .
Parapetti con esatto dimensionamento che non permette, ad una sfera di diametro 470 mm, di passare lateralmente.

Norme

D .
I test di carico sul piano lavoro vengono effettuati con circa 260 kg.

Norme

E .
LA PROVA PIÙ IMPORTANTE:
Il test al ribaltamento viene eseguito con l'applicazione di 30 kg. circa per spintalaterale. La prova viene effettuata per ogni lato.

ALTRI TEST E PROVE DIMENSIONALI RENDONO LE SCALE A NORMA EN 131-7 VERAMENTE UNICHE PER UNA SICUREZZA A 360°

NOI RISPETTIAMO LE NORMATIVE. VOI SIETE LIBERI DA OGNI RESPONSABILITÀ.

Norme Norme

1998 ISTITUZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO PRODUTTIVO
con numero di matricola e certificato per ogni prodotto, compreso i componenti del trabattello.

MISURE GENERALI DI TUTELA
  1. Le misure generali per la protezione della salute e per la sicurezza dei lavoratori sono:
    • la valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza;
    • l'eliminazione dei rischi in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico e, ove ciò non è possibile, loro riduzione al minimo;
    • la riduzione dei rischi alla fonte;
    • l'informazione, la formazione, la consultazione e la partecipazione dei lavoratori, ovvero dei loro rappresentanti, alle questioni riguardanti la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro;
    • le istruzioni adeguate ai lavoratori.
  2. Le misure relative alla sicurezza, all'igiene ed alla salute durante il lavoro non devono in nessun caso comportare oneri finanziari per i lavoratori.

Norme

Con Scala System, Piattaforme di lavoro PL ed Elevah, il lavoratore è protetto al 100%.

DECRETO LEGISLATIVO 81

ART. 4. 1. All'articolo 34, comma 1, del decreto legislativo, dopo la lettera c) viene aggiunta la seguente:
«c-bis) lavoro in quota: attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile».

Sicurezza

Norme

1) Il datore di lavoro sceglie il tipo più idoneo di sistema di accesso ai posti di lavoro temporanei in quota in rapporto alla frequenza di circolazione, al dislivello e alla durata dell'impiego.

Il sistema di accesso adottato deve consentire l'evacuazione in caso di pericolo imminente.

Il passaggio da un sistema di accesso a piattaforme, impalcati, passerelle e viceversa non deve comportare rischi ulteriori di caduta.

Norme

2) Il datore di lavoro dispone affinché sia utilizzata una scala a pioli quale posto di lavoro in quota solo nei casi in cui l'uso di altre attrezzature di lavoro considerate piu' sicure non è giustificato a causa del limitato livello di rischio e alla breve durata di impiego oppure alle caratteristiche esistenti dei siti che non può modificare.

Norme

3) Il datore di lavoro, in relazione al tipo di attrezzature di lavoro adottate in base ai commi precedenti, individua le misure atte a minimizzare i rischi per i lavoratori, insiti nelle attrezzature in questione, prevedendo, ove necessario, l'installazione di dispositivi di protezione contro le cadute.

I dispositivi devono presentare una configurazione ed una resistenza tali da evitare o arrestare le cadute da luoghi di lavoro in quota e prevenire, per quanto possibile, eventuali lesioni dei lavoratori.

I dispositivi di protezione collettiva contro le cadute possono presentare interruzioni soltanto nei punti in cui sono presenti scale a pioli a gradini.

Norme

Norme

ART. 36-TER

OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO RELATIVI ALL'IMPIEGO DELLE SCALE A PIOLI

1. Il datore di lavoro assicura che le scale a pioli siano sistemate in modo da garantire la loro stabilità durante l'impiego e secondo i seguenti criteri:
a) le scale a pioli portatili devono poggiare su un supporto stabile, resistente, di dimensioni adeguate e immobile, in modo da garantire la posizione orizzontale dei pioli;
f) le scale a pioli mobili devono essere fissate stabilmente prima di accedervi.

2. Il datore di lavoro assicura che le scale a pioli siano utilizzate in modo da consentire ai lavoratori di disporre in qualsiasi momento di un appoggio e di una presa sicuri. In particolare il trasporto a mano di pesi su una scala a pioli non deve precludere una presa sicura.

Norme

ART. 36-QUATER

OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO RELATIVI ALL'IMPIEGO DI PONTEGGI

1. Il datore di lavoro procede alla redazione di un calcolo di resistenza e di stabilità e, delle corrispondenti configurazioni di impiego, se nella relazione di calcolo del ponteggio scelto non sono disponibili specifiche configurazioni strutturali con i relativi schemi di impiego.

2. Il datore di lavoro è esonerato dall'obbligo di cui al comma 1 se provvede all'assemblaggio del ponteggio in conformità ai capi IV,V e VI del decreto del Presidente della Repubblica 7 gennaio 1956, n.164.

Norme

TRABATTELLI COSTRUITI NEL RISPETTO DELLA NORMA EN1004 ED OMOLOGATI DA ISTITUTI ABILITATI.

Possono essere utilizzati senza ancoraggio.

Per uso esterno H. max 8 mt. ed uso interno H. max 12 mt, tutti gli altri tipi di trabattelli devono essere ancorati a parete ogni 4 mt.

Norme

ELASTICITÀ

Non si possono utilizzare materiali che hanno una elasticità inferiore al 5%, in caso di sovraccarico la scala non deve avere cedimenti improvvisi.

La norma EN131 recita:
“Tutte le parti in lega di alluminio devono avere un allungamento minimo alla rottura (A) di 5% (EN131/2 pag.4 punto 3.1.1).

Questo vuol dire che qualsiasi componente:
gradini, montanti, cerniere, basi, ecc., in caso di sovraccarico (vedi prova) possono «piegarsi ma non rompersi» per salvaguardare la sicurezza delle persone e dare loro il tempo di scendere.

I componenti in alluminio pressofuso possono avere cedimenti improvvisi e FARAONE NON LI UTILIZZA.


Norme

IN CONCLUSIONE, considerando che una alta percentuale di infortuni avviene per caduta dall'alto, consigliamo scale a Norma EN 131-7 per una protezione al 100% o scale con gradini ampi e comoda inclinazione, per una salita confortevole e sicura.

Per altezze oltre i 2 mt. trabattelli o piattaforme aeree.

In questo catalogo trovate prodotti standard, ma soprattutto la possibilità di avere il prodotto pensato, studiato e realizzato per ogni vostra esigenza:
LA SICUREZZA SU MISURA!


Per Norme su piattaforme: clicca qui.